Velocizzare Linux nel 2018 in 4 semplici passaggi

Se hai appena installato la tua versione di Linux ma ti aspettavi il sistema più reattivo stai tranquillo e segui pure questa guida per velocizzare Linux nel 2018 in 4 semplici passaggi.

I comandi della guida vanno bene per le seguenti versioni di Linux :

  • Ubuntu
  • Xubuntu
  • Lubuntu
  • Kubuntu
  • Mint
  • altre simili a quelle indicate

INIZIAMO

1 -> Preload

Installando Preload attiveremo un processo in background che velocizza il caricamento delle applicazioni,  osserva l’utilizzo delle nostre applicazioni portando in cache quelle che utilizziamo più di frequente, installiamo da terminale con:

sudo apt-get install preload

Digitando poi ” sudo gedit /etc/preload.conf ” sarà possibile configurare alcune configurazioni come minsize ( dimensione minima dei programmi da precaricare ) e memototal ( percentuale ram disponibile per preload )

2 -> Swappiness

Nel caso di Ubuntu di norma utilizza gli swap tra la memoria di massa e la Ram per i programmi in esecuzione non appena si supera il 60% di spazio utilizzato sulla RAM;

Lo swap produce comunque un rallentamento dei tempi nonostante in tal modo ottimizza le prestazioni di un PC, attivandolo troppo presto si possono avere diversi rallentamenti del sistema.

Con una piccola modifica possiamo alzare la soglia di attivazione degli swap al 90% o 85% garantendo un maggiore utilizzo della RAM, per procedere apriamo un terminale e digitiamo :

gksudo gedit /etc/sysctl.conf

Scorrendo fino in fondo il file di testo aperto, aggiungiamo la seguente stringa riportata in grassetto e salviamo il documento :

vm.swappiness=10         per attivare lo swap al 90%      ( 15 se vogliamo all’85%…)

3 -> zRam

Se il nostro sistema ha meno di 4gb di ram ci viene in soccorso zRam, con questo software creeremo in ram una partizione di swap virtuale grande il 25% della ram, questa conterrà compressi i dati dei processi in esecuzione al fine di ritardare gli swap fisici ( più lenti per l’accesso al disco rigido ).

Per utilizzarlo scriviamo su riga di comando :

sudo apt-get install zram-config

zRam può essere utilizzato con qualsiasi quantitativo di ram ma di fatto da i risultati migliori con bassi quantitativi ( sotto i 2gb ) .

4 -> Per finire

Concludiamo riportando un po di comandi utili per effettuare la classica ” pulizia ” e velocizzare Linux :

apt-get update ( aggiorna la lista delle nuove versioni dei pacchetti )
apt-get dist-upgrade ( per aggiornare i pacchetti )
apt-get install -f ( verifica se ci sono pacchetti difettosi )
apt-get --purge autoremove ( elimina le dipendenze non necessarie )
apt-get autoclean ( pulisce la cache )
apt-get clean ( pulisce ancora la cache )
dpkg –purge `COLUMNS=300 dpkg -l "*" | egrep "^rc" | cut -d -f3` ( rimuove i pacchetti di sistema obsoleti )
apt-get –purge remove `deborphan` ( elimina le librerie orfane )
apt-get –purge remove `deborphan –libdev` ( rimuove le librerie orfane di sviluppo)
rm -fr /tmp/* (cancella il contenuto della cartella /tmp )
rm -rfv ~/.local/share/Trash/* ( cancella il contenuto del cestino )
rm -rfv ~/.thumbnails/* ( elimina il contenuto della cartella .thumbnails )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *