IOT cos’è e come funziona

In questo articolo parleremo di IOT cos’è e come funziona, la sua importanza sia per l’economia e per le aziende che per la vita di tutti i giorni.

Che cos’è l’Internet Of Things

IOT deriva dall’inglese Internet Of Things, ovvero l’internet delle cose, il termine è stato introdotto nel 1999 da Kevin Ashton un ricercatore del MIT.

Kevin Ashton osservò che i dati presenti su internet erano creati da umani e questo portava ad errori perchè non erano perfetti, allora teorizzo per la prima volta la tecnologia IOT.


Se avessimo computer in grado di conoscere tutto ciò che c’è da sapere sulle cose, utilizzando dati raccolti senza alcun aiuto da parte nostra, saremmo in grado di monitorare e conteggiare ogni cosa e di ridurre notevolmente sprechi, perdite e costi.

Kevin Ashton

L’iot è la tecnologia che vuole connettere tutti gli oggetti ad internet per inviare informazioni, queste poi, sono utilizzate da altri creando una sorta di “comunicazione tra oggetti“.

Ogni oggetto smart, che può connettersi ad una rete internet, è un dispositivo che può essere utilizzato per l’iot.

Inoltre qualsiasi oggetto analogico può diventare smart aggiungendo i protocolli di comunicazione (Wi-Fi, Bluetooth, Lte, Lora, 3g, 4g) tramite chip, tag e sensori.

Come funziona l’IOT

L’iot utilizza gli oggetti connessi ad internet per raccogliere informazioni sull’ambiente circostante e creare un identità digitale ad oggetti e luoghi del mondo fisico.

Gli oggetti connessi possono in questo modo sfruttare i dati presenti sulla rete per svolgere al meglio i propri compiti.

Un esempio è un semaforo che rimane verde fino a quando non ci sono delle persone in attesa di attraversare la strada, cosi da non bloccare le auto se non ci sono pedoni.

I dispositivi per l’iot devono avere quindi le seguenti funzioni principali:

  • Connessione, per poter ricevere ed inviare informazioni alla rete.
  • Identificazione, ogni oggetto deve essere avere un proprio indirizzo locale (come gli smartphone e pc connessi ad internet).
  • Localizzazione, la posizione dell’oggetto nel mondo fisico trasmessa in tempo reale.
  • Elaborare dati dell’ambiente in cui si trova e ricevuti da altri oggetti.
  • Relazionarsi con l’ambiente, utilizzare quindi i sensori per interagire con l’ambiente esterno.

L’iot è inoltre alla base del funzionamento dell’industria 4.0, che si basa sul concetto di smart factory ovvero impianti produttivi intelligenti e connessi.

IOT Privacy e Sicurezza

Il funzionamento alla base dell’iot è la raccolta dei dati dai diversi oggetti, questo può essere causa di problemi di privacy.

Gli oggetti connessi utilizzati dalle persone, come sveglie, auto ed elettrodomestici raccoglieranno presto dati su ogni aspetto della vita delle persone.

Le aziende potrebbero aver accesso quindi a diversi dati sensibili ed è da qui che nasce la preoccupazione di molti utenti sull’uso che ne faranno.

Un altro problema dell’internet delle cose riguarda l’aspetto della sicurezza, il problema è semplice, un oggetto connesso è un oggetto che può essere attaccato.

Alcuni oggetti possono essere molto pericolosi se violati, un esempio di questo tipo è una centrale nucleare ma anche una persona che utilizza un pacemaker.

In questo campo è chiaro che la sicurezza è un aspetto molto importante, perchè in modo simile a come può avvenire con le auto a guida autonoma, è a rischio la vita delle persone.

Le applicazioni dell’IOT

L’iot è una tecnologia che sarà presto largamente diffusa, secondo alcuni analisti entro il 2026 ci saranno 26 miliardi di dispositivi connessi, sia per uso industriale che privato.

Ecco di seguito una ricerca di IOT analytics delle applicazioni più popolari per questa tecnologia:

L’applicazione più diffusa è la smart home, con termostati, luci, frigoriferi, tv e porte intelligenti.

Al secondo posto troviamo gli indossabili come orologi ed occhiali, che già sono presenti sul mercato come i Google glass.

Un altro utilizzo è la Smart City, con parcheggi connessi, semafori e tecnologie che cambieranno radicalmente le nostre città.

Troviamo poi altri utilizzi come l’industria, la salute e lo shopping online, e per ultimo , ma non meno importante le fattorie smart, che rappresentano l’unione tra tecnologia ed ambiente.

Come abbiamo visto la tecnologia iot ha molti usi e richiederà importanti progressi come il 5g per funzionare al meglio, ma che presto cambierà lo stile di vita di tutti noi.

About Biagio

Sono uno studente di informatica di Napoli con la passione per tutto ciò che riguarda la tecnologia, la domanda dietro ogni nuova tecnologia che vedo è sempre la stessa "come fa a funzionare?", ed è per questo che è nato techupgrade.it per spiegare in modo semplice e chiaro come funziona il mondo digitale che ci circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *